lunedì 14 gennaio 2013

I pici al ragù bianco di anatra per l'MTC


Ebbene si, sono entrata a far parte del grande mondo dell’MTC, un mondo che mese dopo mese, leggendo i post di chi vi partecipava, mi incuriosiva. Mi ritrovavo a “sfogliare” le ricette altrui preparate per la sfida e a pensare: “se fossi stata una di loro, io cosa avrei cambiato?” e via così… finchè un giorno ho deciso, ho scritto una mail ad Alessandra e sono entrata nella squadra.
E per me è stata una grande gioia scoprire che la ricetta di Gennaio l’avrebbe scelta Patty. Lei è una persona da cui si può imparare davvero tanto, precisa in tutte le sue spiegazioni, disponibile in caso di bisogno, insomma, la mia nuova avventura non poteva iniziare meglio!!!!
Preparare i pici è stato emozionante, ho passato la domenica mattina a tirarli e a guardarli speranzosa… Ho iniziato lentamente e poi, piano piano, ci ho preso la mano e sono riuscita a velocizzarmi!!!  Non potevo sbagliare, Patty è stata chiara, ha spiegato tutto nei dettagli ed infatti il risultato è stato perfetto!!! Perfetto non per la forma,  ma nella sostanza!!!! Grazie Patty!
Ebbene, il condimento deve essere legato alla cucina contadina o rustica: io non sono stata originale forse, ma abbiate pazienza, è la mia prima volta!!!
Ho pensato ad una fattoria, in cui razzolano tanti animali, fonte di sostentamento per gli abitanti del rustico casolare,  con un grande orto coltivato con amore e distese di coltivazioni, vigne, frutteti… Un paradiso terrestre! Questi sono i veri valori, che tengono unite le famiglie grazie all’amore per la terra e alla fatica quotidiana, valori ormai quasi totalmente perduti… purtroppo…
Da qui nascono i pici al ragù bianco di anatra in cui si sposano il sapore forte dell’anatra, la dolcezza della carota, il sapore intenso del vino rosso.


PICI AL RAGU' BIANCO DI ANATRA
I pici di Patty:
200 gr di farina 00
100 gr di farina di semola rimacinata
2 generosi cucchiai d’olio extra vergine
1 pizzico di sale
acqua – qb –
Nota: La quantità di acqua è variabile dal tipo di farina che userete. In genere per questa quantità di farina un bicchiere o poco meno è sufficiente, ma sta a voi osservare quanta ne incorpora il vostro impasto per essere morbido e malleabile. La proporzione dell'uso delle 2 farine è sempre 2:1, ovvero due parti di 00 ed una di semola rimacinata che conferisce struttura all'impasto. In questa maniera non avrete bisogno di uova. 
Fate la fontana con le due farine miscelate. Versate l’olio, il pizzico di sale e cominciate a versare lentamente l’acqua, incorporando la farina con una forchetta. Attenzione al sale. Non esagerate perché questo indurisce la pasta.
Quando la pasta comincerà a stare insieme, cominciate ad impastare con energia utilizzando il palmo delle mani vicino ai polsi. Se necessario, aggiungete acqua o farina.
Piegate la pasta su se stessa come quando impastate la pasta all’uovo e non stirate mai troppo l’impasto per non sfibrarlo.  “Massaggiate” con energia per almeno 10 minuti. Ricordatevi che la vostra “palla” di pasta è una cosa viva, dovete volerle bene.
Dovrete ottenere una pasta liscia, vellutata e abbastanza morbida.  
Fate riposare una mezz’ora avvolta nella pellicola.
Quando la pasta è pronta, tagliatene un pezzetto e fatene una pallina, quindi sulla spianatoia stendetela con il matterello ad uno spessore di 1 cm. Con un tagliapasta o un coltello affilato, tagliate tante striscioline larghe c.ca 1 cm e coprite il resto della pasta con la pellicola affinché non si secchi.
Cominciate a "filare" i pici, rollando la pasta con il palmo delle mani e contemporaneamente stirandola verso l'esterno. 
Quando si tirano pici molto lunghi, la tecnica è quella di tirarli da un lato tenendo l'altra estremità con il palmo e piano piano allungandoli fino ad esaurire la pasta. Una volta tirato il vostro picio, fatelo rotolare nella farina di semola o di fioretto affinchè non si appiccichi agli altri. Una pasta morbida e profumata si tira con estrema facilità. 


Per il condimento:
500 gr di petto e coscia di anatra macinate
2 scalogni
Una carota grande
Un bicchiere e mezzo di vino rosso
Olio EVO
Mezzo dado

Lavate e tagliate le carote e gli scalogni.
Preparate il soffritto con carote, scalogni, olio EVO sufficiente a ricoprire le carote, mezzo dado.
Fate cuocere per 10 minuti circa poi aggiungete la carne di anatra e fatela rosolare su tutti i lati finchè avrà preso colore.
Sfumate con il vino rosso e lasciate cuocere per 40 minuti mescolando ogni tanto.
Assaggiate durante la cotture e aggiustate di sale.
Cuocete i vostri pici in abbondante acqua salata con un goccio d'olio, scolateli e conditeli con abbondante ragù!!! Una bontà!!!

E con questa ricetta partecipo EMOZIONATA all'MTChallenge di Gennaio:



 

39 commenti:

  1. Morena, stella.. questi pici li ho mangiati simili in Val D'Orcia e mi sono piaciuti davvero immensamente! Complimenti, una ricetta che merita davvero per l'MTC! Ti faccio tanti auguri e tanti complimenti, amica mia! <3 Un abbraccio di bene! <3

    RispondiElimina
  2. I pici anche se non sono delle mie parti li conosco bene...con questo ragù gli hai reso onore!!!

    RispondiElimina
  3. Morena i tuoi pici sono spettacolari....tantissimi in bocca al lupo per la sfida!!!!
    Un abbraccio e buona settimana!

    RispondiElimina
  4. Morena, hai fatto benissimo a entrare nella squadra, sarà una bellissima avventura! :) Questa ricetta è straordinaria, mi sembra di sentire il profumino del ragu... che fame! :D Bravissima, un abbraccio e complimenti, buona settimana :)

    RispondiElimina
  5. ma che splendidi pici!adorabile il ragù che hai deciso di proporre per accompagnarli!bravissima!qui in Veneto fanno i bigoli con l' anatra.sono fenomenali!bacione

    RispondiElimina
  6. Fantastici i tuoi pici Morena!!!! Li ho preparati anch'io ieri e anch'io ho passato la mattina a tirarli:) complimenti e un bacione!

    RispondiElimina
  7. Un bellissimo (e buonissimo) esordio Morena! E benvenuta nel fantastico mondo dell'MTC! Un bacione e buona giornata,
    Sarah

    RispondiElimina
  8. Morena sei stata bravissima! è bellissima e troppo golosa.
    p.s. il dolce del mese è in frigo...stasera andrà gustato quindi arriverò anch'io per il fondente!!!baci grande tesoro!buona giornata

    RispondiElimina
  9. Morena brava!!! Questi pici devono essere fantastici!!! Con il ragù d'anatra in bianco che spettacolo di sapori!!!
    Hai fatto benissimo ad entrare nel MTC vedrai quante cose si imparano:)
    Io questo mese non partecipo perché non ho molto tempo e poi seguo meglio la tua sfida;)
    Un bacione

    RispondiElimina
  10. Morena i tuoi pici sono fantastici...complimenti per la tua nuova avventura...in bocca al lupo...un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Meravigliosi i tuoi pici. Complimenti e in bocca al lupo.

    RispondiElimina
  12. Questa è una signora pasta, Morena!
    Ogni volta che vado in Toscana almeno una volta devo mangiare i pici al'ragù d'anatra. Buonissimi!

    RispondiElimina
  13. Io direi che è un grandissimo inizio altroché! E' un piatto che sa proprio di tradizioni e di cucina contadina: bravissima! Son contenta che anche tu sia entrata in questo bel mondo, vedrai che sarà sempre più divertente ed entusiasmante! :)
    Un bacione

    RispondiElimina
  14. E brava la mia Morena ! Allora in bocca al lupo per questa nuova avventura..e complimenti per questo splendido piatto !
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  15. Evvai, tutte a fare pici!:D Io ci sono dentro da pochissimo (dal mese scorso) e devo dire che è una delle più belle aggregazioni della blogsfera culinaria. I tuoi pici saranno semplici ma buonissimi!:P

    RispondiElimina
  16. Mmmmh ho l'acquolina in bocca... mamma che bontà!!!

    RispondiElimina
  17. benvenuta tra noi pazze di questo "gioco"... questo contest è una droga vero?? comunque sei stata proprio brava, eccome, un piattino da leccarsi i baffi!!!! bacioniiiii

    RispondiElimina
  18. come si dice: chi ben comincia è alla metà dell'opera, no? :-)
    Benvenuta fra di noi Morena, grazie per esserti lanciata nella sfida e di averlo fatto in bello stile!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  19. Ottimi i tuoi pici, bravisssima.

    pastaenonsolo.blogspot.it

    RispondiElimina
  20. Ecco come si dice un'entrata con il BOTTO!!! Amo l'anatra e mi pare il ragù perfetto per questa pasta che si presta a sposarsi con un gusto DECISO.
    Brava Morena e.... ben arrivata nel carrozzone dell'MTC!!!!!
    Nora

    RispondiElimina
  21. Bella prova! Hai anche scelto un sugo classico, fedele al territorio al 100%....mica facile eh!!!
    Già che sono "approdata" qui visito un po' le tue stanze.....bye!

    Fabi

    RispondiElimina
  22. wow Morena! sono uno spettacolo per gli occhi i tuoi pici alla nana (anatra in toscana :D )!! mi immagino per il palato!!!
    benvenuta nel magico mondo dell'MTC ^_^
    baciotto

    RispondiElimina
  23. Sono molto contenta che tu abbia deciso di partecipare all'MTC!!! davvero, ne vedremo delle belle!
    complimenti intanto per questa tua prima ricetta e benvenuta!!!!!

    RispondiElimina
  24. In bocca al lupo cara Morena...con il tuo bellissimo piatto!!!
    Baci
    Roby

    RispondiElimina
  25. Tesoro! Ma che spettacolo e il ragù d'anatra mi intriga tantissimo! Deve essere delizioso! Hai fatto benissimo ad entrare a far parte del "magico mondo dell'MTC"! Io proverò a farli questo week end, speriamo vengano con le mie farine, seguirò i consigli delle mie amiche sglutinate :)! Ti abbraccio forte e ti aspetto per il mio nuovo contest e ora che vedo il tuo, mi do subito da fare...cioccolato fondente a bombazza :)! ah ah ah!

    RispondiElimina
  26. non li ho mai mangiati, ma la tua ricetta mi sembra proprio un perfetto stimolo per cominciare! Come sono contenta di essermi iscritta al tuo blog!!!! :-)

    RispondiElimina
  27. Ciao Morena! Che bello (e che buono) questo piatto..e le tue foto sono sempre più belle! Non ci sono storie..la pasta fatta in casa è una vera magia.. Bravissima!

    RispondiElimina
  28. Sei entrata a far parte della squadra in piena regola
    Bravissima Morena
    Complimenti un piatto gustoso e bello ricco
    poi la pasta fatta in casa non ha eguali!!!!!
    Un bacione di buona settimana

    RispondiElimina
  29. Finalmente mi prendo un po' di tranquillità e passo a leggerti con la dovuta calma. Sono davvero molto felice che tu abbia deciso di partecipare Morena, perché so che questo gioco ti prenderà tantissimo, anzi vedo che sei già prigioniera visto l'inizio così determinato e pieno di passione. Io amo moltissimo il ragù di anatra, che da noi è di Nana, ed è la celebrazione più alta di una pasta semplice che si veste a festa. E bellissimi questi pici che hai tirato con maestria. Complimenti davvero e un fortissimo abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  30. Ciao Morena!!!
    Eccomi qui finalmente!!...che stufa sono di correre, ho una voglia matta di relax, del mio PC e dei miei 'giretti' nei blog amici..beh intanto sono qui..
    A farti i complimenti per questa avventura, anche a me piace molto, ma in questo momento non ce la farei davvero...beh intanto sono felice tu sia nella squadra!!!
    E' sempre fonte di ispirazione leggere i post relativi all'MTC!
    Ottimi questi pici, sei stata davvero bravissima!
    Ti abbraccio, Roberta

    RispondiElimina
  31. Ciao More, complimenti per la tua nuova avventura, molto molto bella!
    Fantastici questi pici ed il sugo d'anatra è divino: BRAVISSIMA... Baciotti ^.^

    RispondiElimina
  32. deliziosi, devo assolutamente trovare il ragù di anatra per assaggiarli, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  33. Ciao tesorina miaaaa, lo sai che hai appena creato (meravigliosamenteeee beneeee) il piatto preferito del mio compagno?????Io non glielo preparo mai!!!!appena lo vedrà...mi dirà che queste sono ricette serie, hihihi^_^ Stai meglio tesoro? spero di si....ti mando un grande abbraccio forte forte!!!!

    RispondiElimina
  34. Io continuo ad ammirare dall'esterno questa bellissima sfida. Mi metterebbe troppa ansia il partecipare tutti i mesi. Ma ogni volta riesco lo stesso a scoprire cose nuove ed imparare e mi piace proprio per questo. I tuoi pici sono un capolavoro, se li vedesse mio papà con quel ricco ragù te li spazzolerebbe anche a colazione. Ci puoi scommettere :)) Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  35. In bocca al lupo carissima! Hai preparato un piatto stupendo :-) Bravissima! Bacioni e buona giornata!

    RispondiElimina
  36. ciao morena benvenuta in questo bellissimo gioco ti avverto però che c'è un effetto collaterale non ne potrai più fare a meno :DDDDD
    anche io li ho fatti all'anitra ed ai ragione sono sublimi ^_^

    RispondiElimina
  37. Ragazza mia, je t'adore!!!
    Ti basta questa dichiarazione per non mollarci mai più? :-D

    RispondiElimina