lunedì 21 luglio 2014

Parmigiana di melanzane e... buone vacanze!!!



Nel nostro giardino sta spuntando di tutto… è meraviglioso veder crescere i frutti del nostro amore per la natura… e soprattutto è meraviglioso rendersi conto di come cambia il sapore della frutta e della verdura se coltivata nel proprio giardino…
Quest’anno ho convinto mio marito a piantarmi i lamponi, 3 piccole piantine che, secondo colui che me le ha vendute non avrebbero dovuto germogliare… “Abbia pazienza signora, i lamponi li mangerà il prossimo anno!” e io delusa me ne sono tornata a casetta, li ho piantati nel terreno e mi sono detta “Abbi pazienza Morena, l’anno prossimo li mangerai!!!!”.
Fortunatamente il venditore si sbagliava perché le nostre piantine sono cresciute in modo impressionante, triplicando il proprio volume!!! E i lamponi stanno maturando, saranno un centinaio!!! Che meraviglia, sono troppo felice!!! Mi basta poco per sentirmi felice!!!

E per questa estate vi lascio, il blog va in vacanza e ritorna a settembre, mi prendo un mesetto di pausa per concedermi le meritate ferie!!! Ma non smetterò di seguire voi che resterete!!!
Vi auguro Buone vacanze con la mia Parmigiana di melanzane!

Parmigiana di Melanzane
Ingredienti:
2 melanzane viola
500 gr di passata di pomodoro
2 mozzarelle
Parmigiano grattugiato
½ cipolla
farina 00 qb
olio extravergine di oliva
sale
pepe
olio di semi di per friggere

Procedimento:
Fate soffriggere la cipolla con l’olio extravergine di oliva, aggiungete la passata di pomodoro, il sale ed il pepe e fate cuocere per 15 minuti circa.
Tagliate a fette sottili le melanzane e mettetele in un colino, ricopritele con il sale grosso per asciugarle, mettete una pentola sopra al colino per schiacciare il tutto. Lasciate riposare per un paio d’ore poi eliminate il sale e infarinatele.
Friggetele in olio bollente fino a doratura, scolatele e asciugatele con carta assorbente.

Prendete una pirofila e preparate gli strati: melanzane, salsa di pomodoro, mozzarella, e parmigiano grattugiato. Ricoprite l’ultimo strato con abbondante Parmigiano.
Infornate a 200° per circa 30 minuti o comunque fino a doratura.

martedì 8 luglio 2014

Quadrotti al sesamo

A fine giugno io e mio marito ci siamo fatti un bel viaggetto a Santo Domingo… per festeggiare il nostro primo anno di matrimonio ma anche e soprattutto per staccare la spina, per allontanarci dal lavoro e dallo stress quotidiano che, ci stava devastando…
Mai posto fu più azzeccato… ad attenderci abbiamo trovato un paradiso terrestre, un luogo in cui non puoi pensare a cose tristi, perché ci sono talmente tante cose belle che sarebbe un delitto non guardarle ad occhi spalancati ed attenti… Una moltitudine di colori meravigliosi che non sapevo esistessero, il mare è, per quanto mi riguarda, il più bello al mondo, la sabbia è piacevole sotto ai piedi e per noi, atterrare in quel posto è stato terapeutico… peccato però che quando stai bene il tempo vola davvero troppo in fretta…
Ormai siamo già tornati alla quotidianità e Santo Domingo sembra non essere mai esistita… un luogo troppo lontano e troppo bello, talmente bello che ho paura di essermelo solo sognato…
L’unica cosa che mi mancava era la mia cucina!!!!!

Quadrotti al sesamo
(da una ricetta di Sara Papa modificata a mio piacere)

Ingredienti:
500 gr di farina 0 Manitoba
250 gr di acqua
20 gr di lievito di birra in panetto
30 gr di miele
90 gr di olio EVO
12 gr di sale
sesamo
Per la salamoia:
50 gr di acqua
50 gr di olio EVO
5 gr di sale


Procedimento
Intiepidite l’acqua e lasciatevi sciogliere il lievito e il miele.
Nella ciotola della planetaria mettete la farina con il composto di acqua e lievito ed aggiungete, continuando a mescolare, l’olio e per ultimo il sale.
Quando il composto sarà omogeneo, lasciatelo lievitare al caldo fino al raddoppio.
Stendete la pasta col mattarello allo spessore di circa 3 mm, dividetela in teglie ricoperte con carta da forno, bucherellatela con una forchetta e tagliatela a rettangoli con l’aiuto di una rotella liscia.
Mischiate gli ingredienti per la salamoia e spennellatela sulla superficie dei quadrotti, cospargete con il sesamo e lasciate lievitare per altri 30 minuti.
Infornate a 200 gradi fino a doratura.

 

venerdì 20 giugno 2014

Piadina fresca con melone e prosciutto


Sono felice che Tiziana abbia vinto l’MTC di Maggio!!!
Una romagnola DOC, una donna che stimo molto, le sue ricette sono sempre state una garanzia per me, ed è per questo che circa 2 anni fa, avevo già provato la sua piadina, e l’avevo anche pubblicata nel mio blog.
Tiziana è senza dubbio una foodblogger da cui prendere esempio, con tanta fantasia per arricchire i suoi piatti, con grandi capacità culinarie, bravissima a fotografare i suoi capolavori, tanto brava che le sue foto sono sempre citate dappertutto!!!!!
Per questi ed altri motivi sono felicissima della sua vittoria e di poter riproporre una sua ricetta.
Ho voluto preparare una piadina che fosse fresca ed estiva… appena la stagione lo permette io corro a comprare un bel melone maturo e me lo mangio con del buon prosciutto crudo quindi, per rendere la ricetta più estiva possibile ho deciso di tagliare il melone a fettine sottili ed “inserirlo nella piadina”!!! Vi piace?

Piadina fresca con melone e prosciutto

Ingredienti per le piadine:
per 6 piadine
500 g di farina 00
125 g di acqua
125 g di latte parzialmente scremato fresco
100 g di strutto
15 g di lievito per torte salate
10 g di sale fine
1 pizzico di bicarbonato di sodio

Per la farcitura:
Melone qb
2 hg di Prosciutto crudo di Parma

Procedimento
Fate scaldare al microonde il latte e l'acqua per pochi secondi in modo che siano tiepidi. Lasciate ammorbidire lo strutto mezz'ora circa fuori dal frigorifero. Su di un tagliere disponete la farina e fate un buco al centro con la mano. All'interno mettete lo strutto a pezzetti con il lievito, il bicarbonato e il sale, schiacciatelo con la forchetta per ammorbidirlo, aggiungete l'acqua e il latte. La consistenza inizialmente potrebbe essere un pochino appiccicosa e la pasta si attaccherà al tagliere ma impastando per una decina di minuti, cambierà staccandosi e diventando molto morbida e liscia. Se il liquido è troppo poco si sfalda e risulta un po' dura. Mettete l'impasto in una ciotola e coprite con la pellicola per alimenti. Lasciate riposare 48 ore al fresco, massimo 20°C, se fosse più caldo potete lasciare riposare la pasta in frigorifero e metterla a temperatura ambiente 2 ore prima dell'uso. 


La pasta ottenuta sarà circa 850 grammi, dividetela in 6 pezzi da 140 grammi circa e formate delle palline, lasciatele riposare almeno mezz'ora. Infarinate appena il tagliere e disponetevi una pallina d'impasto, schiacciatela con la punta delle dita, stendete la piadina con il mattarello girandola spesso in modo che rimanga rotonda. Avrà un diametro di circa 20 centimetri e uno spessore di 0,5 centimetri. Scaldate il testo o l'apposita teglia di terracotta, su un fornello a doppia fiamma, con sotto uno spargifiamma. Se non avete nessuna di queste teglie utilizzate una padella antiaderente piuttosto larga. La temperatura non dovrà essere troppo alta altrimenti la piadina si brucia fuori e rimane cruda all'interno, ma nemmeno troppo bassa. Potete fare una prova con un piccolo pezzetto di pasta per regolare la giusta temperatura. 


Cuocete pochi minuti per lato, controllate sempre alzando la piadina con una paletta. Disponete le piadine una sull'altra in modo che rimangano calde mentre le cuocete.


Procedete con la farcitura: tagliate il melone a fettine sottili e disponetele sulla metà delle piadine, sopra appoggiateci il prosciutto crudo e arrotolatele!!! Voilà!




Con questa ricetta partecipo all'MTC di Giugno:

http://www.mtchallenge.it/2014/06/mtc-n-40-la-ricetta-della-sfida-di.html

giovedì 12 giugno 2014

Ravioli di burrata



Sono una bloggallina, sono fiera e felice di far parte di un gruppo così affiatato, formato da foodbloggers e foodlovers che condividono la stessa passione per la cucina, una passione che, nonostante gli impegni quotidiani, non cessa di esistere e trova sempre il suo libero sfogo…
Per questo e per 1000 altri motivi, ci tengo a partecipare al primo contest organizzato dalle bloggalline in collaborazione con Informacibo che permetterà di partecipare all’evento internazionale de “La cucina italiana nel mondo verso l’Expo 2015”.
Il piatto da preparare deve rappresentare l’Italia e la sua cultura. Il nostro Paese è ricco di preziosi alimenti, di prodotti che hanno girato il mondo e che ci rendono fieri di essere italiani.

La mia ricetta rappresenta la semplicità che si trasforma in prelibatezza!
-   - Ho scelto di preparare un primo piatto considerando il fatto che, l’Italia è la regina dei primi piatti…
-   - Ho scelto la pasta fresca all’uovo, fatta in casa, tirando la sfoglia sottile sottile, come ci insegna la regione Romagna
-   - Ho scelto un ripieno di BURRATA, un formaggio che ci invidiano ovunque e che rappresenta la regione Puglia
-   - Ho scelto un condimento semplice, con pomodoro e basilico, che nonostante la sua semplicità, rappresenta anch’esso la tradizione italiana
-   - E, ovviamente, una bella ed abbondante spolverata di Parmigiano Reggiano non poteva mancare!!!!

Ecco, vi presento il mio piatto:

Ravioli di Burrata, fatti in casa,
Con sugo al pomodoro e basilico

Ingredienti per la pasta:
300 g di farina 00
3 uova

Per il ripieno:
Una burrata
Pepe
Parmigiano Reggiano

Per il sugo:
1 Kg di pomodori datterini o San Marzano
1 Cipolla
Foglie di basilico
Olio extravergine di oliva

Procedimento
 Preparate la pasta lavorando la farina con le uova fino ad ottenere un impasto liscio. Avvolgete nella pellicola e mettete da parte.
Preparate il ripieno: sminuzzate la burrata, conditela con una manciata abbondante di Parmigiano e pepe nero. Mescolate e mettete in frigorifero.
Prendete la pasta e laminatela passandola più volte nel rullo della macchina per la pasta fresca, finchè diventerà liscia ed uniforme senza buchi; in alternativa potete stenderla col mattarello, basta che la tiriate sottile.
Ritagliate delle strisce alte circa 5/6 cm, e ponete su di esse dei piccoli mucchietti di ripieno distanziati tra loro di circa 2 cm; richiudete con un’altra striscia di pasta (vedi foto).
Con uno stampo per agnolotti (ravioli quadrati), formate i ravioli.

Preparate il sugo al pomodoro e basilico:
Lavate i pomodori, scottatteli in una pentola con acqua bollente, per pochi minuti, poi sbucciateli.
In una padella fate soffriggere l’olio con la cipolla, aggiungete i pomodori tagliati a pezzetti e un cucchiaio di zucchero e fate cuocere finchè l’acqua dei pomodori si sarà asciugata, mescolando regolarmente. A cottura ultimata aggiungete il basilico elasciate riposare.


Con questa ricetta, partecipo al contest : "La Cucina Italiana nel Mondo verso l'Expo 2015", organizzato da Le Bloggalline , in collaborazione con INformaCIBO
nella categoria "Un piatto delle cucine regionali italiane"

http://lebloggalline.blogspot.it/2014/04/il-primo-imperdibile-contest-di.html