mercoledì 16 aprile 2014

Colomba facile alla mandorla


E anche quest’anno ho voluto fare la colomba in casa!!!
Ci tenevo tanto ma il tempo non è mai abbastanza e così, ho pensato a lei, la mia omonima Morena che è la regina dei lievitati e che propone spesso ricette per chi, come me, non ha molto tempo libero. Passo nel suo blog e, come immaginavo, mi trovo di fronte ad una bellissima colomba profumata di mandorla, un dolce che non rappresenta esattamente la vera colomba a lunga lievitazione ma che è perfetta per me!!!! Domenica mi sono messa all’opera e devo dire che ho provato una soddisfazione indescrivibile nel vedere il risultato… bella, alta, profumata e morbida… cosa chiedere di più?
E io vi lascio la sua ricetta. Vi lascio anche i miei auguri di Buona Pasqua perché non sono certa di riuscire a farveli domenica.
Buona Pasqua amiche mie!


 
COLOMBA FACILE ALLE MANDORLE

Ingredienti(per una colomba da 1 Kg)
500 g di farina manitoba
80 g di latte circa
10 g di lievito di birra fresco
4 uova
140 g di burro morbido
150 g di zucchero
20 g di miele d’acacia
30 g di liquore all’amaretto
1 bacche di vaniglia
Essenza di mandorle
8 g di sale

Per la copertura: 
100 g granella di mandorle
200 g di zucchero a velo
4 cucchiai di liquore all’amaretto
Albume qb
Mandorle intere
Zucchero in granella
Zucchero a velo

Preparate un lievitino sciogliendo il lievito nel latte tiepido ed aggiungendo circa 80 g di farina. Dovrete ottenere una sorta di crema densa ma non troppo. Lasciate riposare coprendo la ciotola con della pellicola per alimenti fino a che non gonfia.(1 ora circa).
Nel  frattempo mescolate al miele il liquore, i semini della bacca di vaniglia e qualche goccia di aroma di mandorla, lasciate da parte.
Unite al lievitino 2 uova, 5 cucchiai di farina, metà zucchero ed impastate per qualche minuto.
Aggiungete altri 4 cucchiai di farina, il miele aromatizzato, ed amalgamate bene.
Unite man mano le altre 2 uova, l’altra metà zucchero ed il resto della farina. Aggiungete il sale ed impastate fin che non otterrete un composto liscio ed incordato.
Ora unite poco per volta il burro morbido. Riportate ad incordatura. Formate un panetto, coprite la ciotola con della pellicola e lasciate lievitare fino al raddoppio. (3 ore circa, dipende dalla temperatura che avete in casa).


Passato questo tempo capovolgete l’impasto nella spianatoia e dividetelo in due parti, formate due filoncini e disponeteli a croce nel classico stampo da colomba. Coprite gli stampi con dei fogli di nylon e lasciate lievitare ancora fin che non saranno quasi raddoppiate.
Preparate la glassa tritando la granella di mandorle con lo zucchero a velo, unite il liquore e tanto albume quanto ne basta per ottenere una crema densa ma che coli leggermente.
Passatela in una sacca da pasticceria monouso e ricoprite gli impasti lievitati. Cospargete poi di zucchero in granella, mandorle intere e zucchero a velo.
Infornate a 180° statico per circa 45 minuti.
Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.



Buona Pasqua!
More 

giovedì 10 aprile 2014

Cuor di mela


I cambi di stagione sono sempre drammatici, portano con se sbalzi d’umore incontrollabili, io a volte rido come una pazza, altre volte mi sento tristissima… ma capita anche a voi?
Il sole è sicuramente un’utile medicina antidepressiva, una giornata illuminata è rigenerante per lo spirito e quando la mattina, per andare in ufficio, spalanco la porta di casa e vengo baciata dai raggi del sole, mi sento davvero bene!
Ogni giorno, dopo il lavoro, faccio un bel giro nel mio giardino, e controllo a che punto sono le piante da frutto, esploro ogni centimetro e nel vedere i piccoli frutti che iniziano a riempire i rami, mi sento ulteriormente felice! Insomma, la natura che mi circonda è un elemento positivo per me!!!
Il cielo grigio invece mi rattrista, mi fa sentire svuotata e un po’ nervosa… dicesi meteoropatia e io ne sono affetta!!!
Ma, sia con l’umore su che con l’umore giù, la voglia di fare dolci non mi manca mai e oggi vi regalo i cuor di mela, golosissimi biscotti ripieni di dolci mele. Per la ricetta mi sono ispirata a Clè, che ringrazio!



CUOR DI MELA
Ingredienti (x circa 30/40 biscotti):
300 gr di farina 00
150 gr di burro
150 gr di zucchero
Un uovo
Scorza di limone
2 o 3 mele golden (a seconda della dimensione)
Mezzo limone
3 cucchiai colmi di marmellata di albicocche
3 cucchiai di zucchero

Procedimento:
Preparate la pasta frolla: mettete in planetaria il burro tagliato a piccoli cubetti con la farina e fate sabbiare, poi aggiungete lo zucchero, la scorza di limone e per finire l’uovo.
Ricoprite con pellicola e lasciate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
Nel frattempo sbucciate le mele e tagliatele a pezzetti più piccoli possibile, poi mettete le mele in un pentolino con 3 cucchiai di zucchero, 3 cucchiai di marmellata, un pezzetto di burro, e cuocete per qualche minuto finchè le mele si saranno ammorbidite. Frullate in modo grossolano con un minipimer. Fate raffreddare.


Riprendete la frolla e stendetela allo spessore di circa 2 mm, con un coppapasta tondo ricavate tanti cerchietti.
Ricoprite con carta forno una teglia ed appoggiateci sopra la metà dei cerchi ricavati. Su ogni cerchio mettete un mucchietto di mele al centro, poi ricoprite con un altro cerchietto di frolla e schiacciate i bordi per chiudere. Non serve essere precisi, se dovessero formarsi delle crepe sulla superficie, saranno ancora più carini!
Cuocete in forno a 200 gradi per 15 minuti.
I biscotti si ammorbidiranno nel giro di qualche ora grazie all’umidità della marmellata.
Conservate i cuor di mela in una scatola di latta.
 



lunedì 24 marzo 2014

Soufflé con speck, fontina e mozzarella


E un’altra settimana ricomincia… chissà perché il week end vola così in fretta, e il lunedì invece sembra lunghissimo!!!!!
Voglio cominciare la settimana con un bel soufflé, quello che l’MTC ci ha chiesto di preparare, un soufflé salato che, a casa nostra è piaciuto moltissimo.
Questa è la tipica ricetta che se non la provi non puoi immaginare cosa ti perdi!!! Il soufflé sembra un piatto raffinato, adatto a palati “delicati”, il suo nome evoca una consistenza che pare troppo leggera per avere gusto, si ha l’impressione che si tratti di un composto formato principalmente da aria quindi insapore o quasi!!! Ma non è assolutamente così!!! E’ delizioso!!!!
Io ho voluto dargli un sapore forte e per questo ho messo lo speck nell’impasto, avvolto da fontina e mozzarella, una sorta di soufflé valdostano!!! Il contrasto di sapori è dato poi dalla salsa accompagnatoria, a base di gorgonzola dolce, che versata sul soufflé lo rende davvero speciale… Ve lo consiglio vivamente!!!



SOUFFLE’ CON SPECK, FONTINA E MOZZARELLA

Ingredienti:
Per il soufflé ( 8 cocotte):
300 ml di panna fresca
3 cucchiai da minestra di maizena
30 g di burro + quanto basta per ungere gli stampi
6 uova medie

150 gr di speck
150 g di fontina
Una mozzarella
noce moscata, sale, pepe
Formaggio grattugiato.


Per la salsa al gorgonzola:
500 ml di brodo vegetale
250 gr di gorgonzola dolce
1 pera abate
Una noce di burro

Procedimento (come spiega Fabiana)
 Preriscaldare il forno a 200°.
Imburrare generosamente le cocotte che devono essere pulite ed assolutamente asciutte, ungere fondo e bordi. Spargere il formaggio grattugiato negli stampi in modo che ne siano interamente ricoperti avendo cura di non toccare più l'interno con le dita.
Riporre in frigo fino al momento del riempimento, volendo anche in freezer. Non trascurare questo passaggio!!
Ripassare ancora i bordi con un altro poco di burro pomata e raffreddare nuovamente.
Mescolare la maizena con poca panna fresca fuori fuoco.
Portare ad ebollizione la restante panna, raggiunto il bollore unire il mix panna maizena mescolando sempre.
Abbassare la fiamma e proseguire la cottura aiutandosi con una frusta a mano fino ad ottenere una crema spessa.
Allontanare dalla fiamma ed unire il burro avendo cura di continuare sempre a lavorare.
Rompere le uova  tenute a temperatura ambiente, separando i tuorli dagli albumi, avendo cura di non toccare questi ultimi con le mani.
Unire i tuorli uno alla volta, incorporandoli alla perfezione prima di introdurre il successivo.
Tagliare lo speck a cubetti e frullarlo in un mixer, poi aggiungerlo al composto.
Tagliare a pezzetti sia la fontina che la mozzarella, unire alla massa e mescolare.
Salare, pepare, aggiungere la noce moscata e mescolare bene.
Montare gli albumi a neve.
Con delicatezza ed in più riprese unire gli albumi montati, badando bene di non smontarli.
La massa deve risultare ben omogenea.
Versare negli stampi arrivando solo ai 2/3 della loro altezza.
Lisciare delicatamente la superficie con la spatola.
Infornare immediatamente e cuocere senza mai aprire per 15/18 minuti a 190 gradi.


Prepariamo la salsa: Prendere il brodo preparato con acqua, carota, sedano e cipolla, portarlo ad ebollizione. Nel frattempo tagliare a cubetti la pera sbucciata e privata del torsolo ed aggiungerla al brodo. Proseguire con la cottura per circa 10 minuti finchè la pera si sarà completamente cotta.
Con un minipimmer riducete in poltiglia il composto.
Aggiungete il gorgonzola dolce tagliato a cubetti ed una noce di burro, con una forchetta continuate a schiacciare il gorgonzola ed amalgamatelo alla salsa. 



 Con questa ricetta partecipo all'MTC di Marzo:

http://www.mtchallenge.it/2014/03/mtc-n-37-la-ricetta-della-sfida-di.html